“Traditional Chinese Medicine Around the World”: l’agopuntura e la medicina cinese italiane alla televisione cinese

image_pdfimage_print

Traditional Chinese Medicine Around the World

Puoi scaricare qui il PDF dell’articolo

La televisione cinese sta realizzando una serie di trasmissioni che hanno come tema la diffusione dell’agopuntura e della medicina tradizionale cinese in Europa e negli paesi degli altri continenti intitolata “Traditional Chinese Medicine Around the World”.

Il responsabile scientifico della serie, il prof. Song Xuan Ke, un medico cinese che da oltre 30 anni vive a Londra, dirige l’Asanté Academy, un centro didattico di medicina cinese che opera presso la Middlesex University della capitale inglese.

L’Asanté Academy organizza corsi poliennali di medicina cinese come quelli organizzati in Cina presso le Facoltà di Medicina Tradizionale Cinese e seminari sulle varie tecniche di terapia: agopuntura, farmacologia cinese, massaggio, ginnastiche mediche, dietetica. I corsi sono frequentati da studenti inglesi o provenienti dalle varie nazioni europee.

Il prof. Song Xuan Ke è un leader nel settore europeo della medicina cinese e svolge da tanti anni un’intensa attività clinica e didattica non solo in Inghilterra ma anche in altre nazioni europee: Germania, Olanda, Belgio, Norvegia e Italia dove è stato invitato a tenere seminari didattici e clinici fin dalla fine degli anni ’80 proprio a Civitanova e successivamente a Bologna presso la Scuola Italiana di Medicina Cinese.

L’obiettivo della serie di trasmissioni “Traditional Chinese Medicine Around the World” è duplice: descrivere e valutare la diffusione della medicina cinese nei paesi europei e fare il punto sull’integrazione tra biomedicina e medicina cinese in Occidente.

La troupe della televisione cinese (prof. Song Xuan Ke in qualità di direttore del programma, la registra Zhai Jia ed il cameramen Li Wei) incaricata di registrare le trasmissioni ha visitato l’Italia nello scorso mese di febbraio facendo tappa a Civitanova Marche per intervistare il dott. Lucio Sotte sulla sua lunga esperienza nella medicina cinese ed a Bologna per filmare una lezione del dottore agli allievi della Scuola Italo-Cinese di Agopuntura di Bologna ed una prolusione del prof. Song Xuan Ke. Successivamente è stato intervistato dott. Carlo Maria Giovanardi, Direttore della Scuola di Bologna e Presidente della FISA (Federazione Italiana delle Società di Agopuntura) per fare il punto sulla situazione normativa, didattica, istituzionale dell’agopuntura e medicina cinese in Italia.

La troupe è arrivata a Civitanova Marche il giorno 7 febbraio e si è incontrata con il dott. Sotte per definire nel dettaglio il programma dei giorni successivi.

Giovedì 8 febbraio sono iniziate le riprese che sono state effettuate a Marina Palmense di Fermo, presso il Centro Palmatea, dove il dott. Sotte opera una volta a settimana da molti anni. È stata filmata l’esecuzione di una seduta di agopuntura per il trattamento di un paziente affetto da dolori lombari e cervicali e successivamente il prof. Song Xuan Ke ha intervistato il dott. Sotte in relazione alla metodica di trattamento effettuata ed alla sua esperienza di integrazione medica sino-occidentale presso il Centro Medico.

Successivamente la troupe ha raggiunto Civitanova Marche per delle riprese nella Farmacia Foresi che da anni distribuisce nelle Marche farmaci ed integratori di farmacologia cinese. Si tratta di prodotti fitoterapici sempre più conosciuti dalla farmacoterapia occidentale; un mercato nuovo in Italia in cui si sta diffondendo negli ultimi 30 anni, ma antichissimo in Cina dove la farmacologia a base di prodotti naturali ha alle spalle oltre 2000 anni di storia. Il Ginseng è stato il capostipite di questi rimedi medicinali seguito a ruota da tanti altri fitoterapici come la radice di Astragalus per rinforzare le difese immunitaria, quella di Angelica per trattare i disturbi della donna, quella di Eleuterococco per migliorare la performance sportiva.

Sempre nella mattinata di giovedì altre riprese sono state effettuate presso l’Ospedale di Civitanova Marche con una lunga intervista al dott. Sotte sulla sua esperienza di medicina cinese presso questo nosocomio dove ha lavorato dal 1978 al 1986 come anestesista, algologo e rianimatore e dove ha attivato dal 1980 al 1986 il “primo servizio pubblico di agopuntura del SSN (Servizio Sanitario Nazionale) di tutta Italia” presso l’ambulatorio divisionale di analgesia e terapia del dolore.

I pazienti di Civitanova e della nostra provincia e regione venivano curati con l’agopuntura che era erogata gratuitamente dal Servizio Sanitario Nazionale dopo presentazione di un’impegnativa del proprio medico curante ed una valutazione clinica medica.

Questa attività divisionale fu replicata ma solo negli Anni successivi in altri centri (l’ospedale di Ravenna, quello di Faenza e quello di Vigevano) e solo cinque anni dopo, nel 1985, l’agopuntura fu inserita ufficialmente nel tariffario nazionale dei medici anestesisti di tutta Italia. A quel periodo risale anche uno studio policentrico effettuato presso le ASL di Civitanova, Faenza e Vigevano che è stato il primo lavoro scientifico italiano pubblicato in Cina nel Journal of Traditional Chinese Medicine di Pechino nel 1992.

Nel pomeriggio le riprese sono continuate presso l’ambulatorio del dott. Sotte di Civitanova. Sono state registrate alcune sedute di agopuntura per trattare pazienti affetti da artrosi e cefalea ed un paio di interviste che hanno avuto come tema la Rivista Italiana di Medicina Tradizionale Cinese che il dottore ha diretto qui a Civitanova dove è stata edita e da dove è stata diffusa in Italia e nel mondo dal 1990 al 2008 come organo scientifico della Scuola Italiana di Medicina Cinese di Bologna.

Un altro tema affrontato nelle interviste del pomeriggio ha riguardato le edizioni italiane di testi di agopuntura e medicina cinese che sono state realizzate direttamente o con la consulenza del dottore da parte di numerose case editrici scientifiche mediche come la Utet di Torino, la red edizioni di Como, Tecniche Nuove e la Casa Editrice Ambrosiana di Milano del gruppo editoriale Zanichelli di Bologna.

In particolare è stato approfondito il tema del Trattato di Agopuntura e Medicina Cinese edito dalla CEA in sei volumi. Si tratta della più completa opera di medicina cinese edita in Occidente che affronta tutte le discipline della medicina cinese: Fondamenti, Semeiologia, Agopuntura, Farmacologia, Dietetica e Mas-saggio.

La mattina di venerdì 9 febbraio è stata dedicata a due eventi: la pratica della ginnastica medica cinese nei corsi organizzati da oltre 20 anni dall’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Civitanova Marche e la visita a Palazzo Ricci ed alla sede del Collegio dei Gesuiti che attualmente ospita la Biblioteca Mozzi Borgetti di Macerata. Matteo Ricci, il missionario gesuita che per primo portò il cristianesimo in Cina e fu l’iniziatore del vero ponte culturale tra Oriente ed Occidente è infatti un nostro conterraneo nato a Macerata nel 1552 e scomparso a Pechino nel 1610 dove ebbe l’onore, per la prima volta concesso ad uno straniero, di avere in dono dall’Imperatore cinese un terreno per la sua sepoltura.

Nella prima mattinata la troupe ha filmato la pratica della ginnastica medica cinese a Civitanova dove questi corsi gratuiti si organizzano da oltre 20 anni e cioè dal 1998. Da allora in primavera ed autunno si tengono due corsi di ginnastica medica qi gong per gli anziani condotti negli ultimi anni da Fernanda Biondi che sono ormai un appuntamento tradizionale dei quartieri Risorgimento (presso la palestra comunale), Fontespina e Quattro Marine (presso la sede del quartiere). Lo scorso anno hanno partecipato a questi corsi 145 persone.

La pratica del qi gong si trasferendo dalla Cina nel nostro paese e permette di prevenire e curare molte malattie della terza età e di mantenere la salute. Nel corso dei 20 anni di esperienza dei corsi di Civitanova sono stati effettuati numerosi studi sugli effetti del qi gong che sono stati argomento di studio e di pubblicazione di numerose tesi nel settore della fisioterapia e riabilitazione. Si è visto che la pratica del qi gong migliora tutti i parametri esaminati in questi studi (dolori reumatici ed articolari, disturbi cardiaci e respiratori, sonno, pressione arteriosa, disturbi circolatori degli arti inferiori etc), determina inoltre una riduzione del cortisolo salivare (l’ormone dello stress), i cui livelli sono stati studiati in un lavoro condotto in collaborazione con l’ufficio di promozione della salute della ASL di Ancona e l’Istituto di Igiene della Facoltà di Medicina e Chirurgia di Ancona. Lo studio effettuato a Civitanova è stato poi pubblicato sullo European Journal of Integrative Medicine.

La seconda parte della mattinata è stata dedicata alla visita a Palazzo Ricci che ospita un ricchissimo museo di arte del Novecento e Contemporanea dedicato agli artisti marchigiani. La troupe ha registrato molte immagini all’interno del museo ed un’intervista al dott. Sotte proprio nella piazza di San Giovanni davanti all’ex Collegio dei Gesuiti di Macerata, dove nel 1500 studiò Matteo Ricci e da dove partì per la sua avventura in Cina. Il tema dell’intervista è stato perciò quello dell’integrazione culturale tra Oriente ed Occidente, tra Europa e Cina (Matteo Ricci fu l’autore del primo dizionario tra le lingue europee ed il cinese) e quello della medicina come scienza che rappresenta concretamente il primo ponte culturale tra queste due civiltà visto l’alto livello di integrazione realizzato in Italia tra la medicina cinese e quella occidentale.

Nel pomeriggio di venerdì 9 febbraio la Troupe si è spostata nella Repubblica di San Marino dove opera la Qiu Tian, una ditta che da più di 30 anni si interessa della produzione e commercializzazione di prodotti della medicina cinese (aghi, moxe, integratori, farmaci fitoterapici, cerotti medicati, creme e pomate). La Qiu Tian è stata fondata nel 1988 ed è l’antesignana del settore, ha acquisito nel corso dei decenni una grande esperienza soprattutto nella produzione di integratori e farmaci erboristici della medicina cinese che distribuisce in Italia ed all’estero.

Il prof. Song Xuan Ke ha intervistato i responsabili della ditta e si è a lungo intrattenuto con loro per conoscere le differenze normative tra Italia e Cina nel settore degli integratori medici a base di rimedi erboristici. Nel corso degli ultimi anni molti ostacoli sono stati superati ma occorre ancora snellire le procedure. Inoltre la farmacopea europea ed italiana sta solo gradualmente inserendo nelle proprie liste di rimedi erboristici ed integratori specie medicinali che fino a pochi anni or sono erano del tutto sconosciute in Occidente anche se in Cina erano utilizzate da migliaia di anni. Basta pensare al fatto che le radici di Ginseng ed Astragalus che ormai sono distribuite in tutte le farmacie erano quasi del tutto sconosciute fino a 40 anni or sono nel nostro paese.

La ditta ha ricevuto il plauso della troupe che non si aspettava di trovare in Italia, in un paese così distante dalla Cina, un livello così raffinato di metodiche di produzione e confezionamento dei fitoterapici cinesi. Probabilmente questo pro-gramma televisivo che sarà diffuso in Cina potrebbe essere l’occasione per avviare delle jointventure con famose ditte cinesi che hanno interesse a diffondere i loro prodotti anche nel nostro paese. Ovviamente in Italia debbono essere rispettati gli standard di produzione e con-fezionamento stabiliti dall’Unione Europea e dal nostro paese per gli integratori e fitofarmaci.

Sabato 10 febbraio è stata filmata una prolusione del prof. Song ed una lezione del dott. Sotte su argomenti di dietetica e farmacologia cinese che si è tenuta presso la Scuola Italo Cinese di Bologna che rappresenta ombra di dubbi il centro italiano didattico più importante nel settore dell’ago-puntura e medicina cinese.

Nella seconda parte della mattinata la troupe ha registrato delle immagini degli ambienti e delle attrezzature didattiche della Scuola, del centro Clinico e di Ricerca Scientifica dove operano vari insegnanti ed infine una lunga intervista al dott. Carlo Maria Giovanardi, il Direttore della Scuola che ha introdotto il prof. Song Xuan Ke alla situazione dell’agopuntura e medicina cinese in Italia soprattutto nei suoi aspetti relativi alla didattica, alla ricerca ed alla clinica.

La Scuola Italo Cinese di Agopuntura dell’AMAB di Bologna è stata riconosciuta dalla Regione Emilia Romagna e organizza corsi triennali di agopuntura superati i quali e dopo discussione di una tesi finale viene rilasciato un diploma che permette di iscriversi ai Registri dei Medici Agopuntori istituiti presso gli Ordini Provinciali dei Medici.

Nella seconda parte dell’intervista ci si è soffermati sul ruolo della FISA (Federazione Italiana Società di Agopuntura), della quale il dott. Giovanardi è da tre lustri Presidente, nella promozione di un sempre maggior innalzamento della qualità della didattica, dello stato della ricerca in Italia ed Occidente, dei problemi istituzionali e normativi correlati all’ufficializzazione dell’agopuntura nel nostro paese.

Le ultime riprese della troupe a Bologna sono state dedicate all’antico teatro anatomico dell’Università conservato presso l’Archiginnasio per sottolineare le differenze tra medicina occidentale che si è sviluppata a partire dallo studio della materia e dei tessuti dell’organismo umano e quella cinese più interessata allo studio funzionale ed energetico.

Questa differenza non solo non è motivo di opposizione ma anzi di integrazione perché lo sguardo olistico e funzionale della medicina orientale è completato da quello particolaristico ed organicistico di quella occidentale.

 

Comments are closed.