Corso di farmacologia cinese

Responsabile dott. Lucio Sotte

Docenti: dott.ssa Alessandra Gulì, dott. Annunzio Matrà, dott. Giulio Picozzi, dott. Alfredo Vannacci, dott.ssa Emanuela Naticchi

 

Il Corso si prefigge di fornire le nozioni per l’utilizzo clinico della Fitoterapia Cinese sia da sola che in associazione all’agopuntura. È rivolto ai Laureati in Medicina e Chirurgia e Farmacia che abbiano già acquisito capacità di diagnosi e impostazione di terapia nell’ambito della Medicina Tradizionale Cinese.

Nel corso delle lezioni relative ad ogni argomento clinico saranno richiamate le linee essenziali della Fisiopatologia e della Diagnostica, ma certamente la trattazione sarà più efficace per coloro che hanno già acquisito la formazione delle Basi Fisiopatologiche e della Diagnostica dei primi due anni dei corsi di agopuntura.

Il Corso si svolgerà nell’arco di due anni, con quattro lezioni l’anno, nei week end (12 ore per seminario).

La maggior parte della trattazione consisterà in lezioni magistrali, seminari ed esercitazioni.

La parte di acquisizione della conoscenza delle caratteristiche dei farmaci cinesi e delle rispettive formulazioni impegnerà le prime due lezioni che hanno lo scopo di introdurre questo argomento e di selezionare per gli allievi i farmaci e le formulazioni più efficaci, più utilizzate e disponibili in Italia. Nei restanti sei seminari sarà illustrato l’utilizzo dei fitoterapici per trattare le malattie in cui la Farmacologia Cinese è più utile. Infatti, un aspetto peculiare è il possibile utilizzo di tonici per trattare i principali deficit energetici (qi, sangue, yin, yang) di farmaci mobilizzatori per le stasi di qi e sangue, di farmaci per trattare l’umidità e risolvere il flegma (tan). Si tratta di grossi capitoli della patologia della Medicina Tradizionale Cinese in cui l’utilizzo dei farmaci, da soli o associati all’agopuntura può essere molto efficace.