Emozioni a fior di pelle

image_pdfimage_print

Carlo Di Stanislao*

 “Ho un corpo estraneo nel cuore, una scheggia impazzita. E siccome nessuna radiografia potrà mai mostrare come siamo fatti nei pensieri, ci sono persone che si fermano appena sotto la pelle e le puoi solo respirare, impossibili da rimuovere”

Massimo Bisotti

 

“Voglio la mia pelle, come un petalo di rosa
soffice al tatto, frizzante di amore
vibrare sotto le tue dita,
sotto il sole o sotto le stelle,
nel sentimento, che regge l’intero universo.
Mentre il cuore pulsare d’amore
e le nostre labbra bruciare,
because il cuore non ha limite di confini”
Daniela Cesta

 

Riassunto: Emozioni e sentimenti sono visti in modo molto diverso in Medicina Classica Cinese. Oltre a riferirne sulle differenze sostanziali, coniugandole con letture della moderna psicologia, si riferisce di una esperienza diagnostica e terapeutica recente, condotta presso l’Ambulatorio di Agopuntura e Moxa del Dipartimento di Medicina dell’ASL 01 de L’Aquila.

Parole chiave: emozioni, sentimenti, dermopatie, Weiqi, Shen.

Summary: Emotions and feelings are viewed very differently in Classical Chinese Medicine. In addition to report on substantive differences, combining them with readings modern psychology, refers to a diagnostic and therapeutic experience recently conducted at the Clinic of Acupuncture and Moxa, Department of Medicine of the ASL 01 of L’Aquila. 
Keywords: emotions, feelings, skin diseases, Weiqi, Shen

Conosciamo la differenza posta dalla  Medicina Cinese Classica (MC) fra emozioni (kan) e sentimenti (qing) e sappiamo che, per essa, al pari di quanto scrive William James nel testo “ Principles of psychology[i], pubblicato nel 1890[ii], le emozioni sono sensazioni corporee prive di stato di consapevolezza o coscienza, capaci di agire sulla Weiqi e al di fuori del controllo a livello dello Shen[iii], mentre interessano questo ed il Sangue i sentimenti, che investono lo stato di coscienza eche, a lungo andare, possono invadare il nostro materiale più profondo: il Jing.

 

Nella psicologia, in tempi recenti,  l’emozione e la cognizione (o ‘ragione’), sono considerate facoltà distinte della mente e, più spesso,  le emozioni sono ritenute primitive, immediate e non premeditate, e perciò separate dal pensiero[iv]. Le emozioni, agendo sulla Weiqi, agisono sul tono dei muscoli, sulla mimica facciale, sulla postura, ma anche sul sistema nervo autonomo che, com’è noto, sfugge alla volontà, cioè al controlo dello Shen[v]. Sia la MC[vi] che la Medicina Tradizionale Cinese (MTC)[vii], affermano poi che un gran numero di dermopatieè legata a turbe psichiche, con particolare riferimento a sentimenti  che generano ribellione (collera) e stasi di Energia e Sangue (preocupazioone, paura), con perturbazioni che investono Fegato, Cuore, Milza, Polmone, Rene o meglio il versante Yang della polarità Zang-Fu, pertanto, lo Zu Shao Yang, lo Shou e Zu Tai Yang, lo Zu e Shou Yang Ming Yang, in relazione al tipo di emozione, alle condizioni individuali e, pertanto, al perverso (Xie) prodotto: Vento e Freddo Tai Yang, Calore Yang Ming, Umidità per lo Shao Yang[viii].

 

Gli esperti cinesi ci dicono che non solo l’obbiettività cutanea (prurito per il Vento, papule per il Calore, pustole per il Calore Tossico, vescicole per l’Umidità, noduli per la Stasi di Sangue), ma  anche la lingua ed  il polso sono in grado di far porre diagnosi sulla turba psichica, soprattutto quest’ultimo in cui si percepiscono polso ampio per tristezza nella sede del Cuore (pollice sinistro), per ansia e preoccupazione; polso a corda su tutti i settori e nei due lati per rabbia,  rancore o frustrazione; polso rapido diffussamente per la paura ed il senso di colpa e polso prima rugoso e poi debole (Vuoto progressivo di Sangue), in caso di  tristezza ed ancora inaeguateza o  senso di colpa[ix].

Naturalmente, solo influenzando il Sangue si possono avere ripercussioni sul polso ed è evidente che l’attenzione degli autori moderni si fissa sui sentimenti[x] [xi],  mentre è opinione di tutti i dermatologici[2] [xii] [xiii] [xiv], che sono molto spesso  le “emozioni” intese come disagi senza una ragione ed un motivo noto o percepito,  ad essere alla base di molte dermopatie.

È noto che la pelle, specchio del nostro mondo interiore, è l’unico tessuto evidente all’esterno che può far apparire uno stato emotivo e che, molto spesso, tale stato è percepito ma non assegnato dal soggetto ad una causa specifica. Roberto Bassi ricorda, a tal proposito,che  le malattie della pelle più resistenti alle cure mediche sono quelle che spesso si risolvono con il mutare della situazione emotiva del paziente. Sono soprattutto pruriti, urticaria, acne, rosacea, vitiligo, psoriasi e lichen le malattie che presentano queste caratteristiche, anche se, si può dire, che tutta la patologia dermatologica riconosca, in diversa misura, un’etiologia psichica[xv].

Sulla scorta di tutto questo, dal gennaio 2011 al gennaio 2014, abbiamo esaminato sotto il profilo energetico (con esame del polso e della lingua), 115 casi (83 donne e 72 uomini) di età compresa fra i 20 ed i 75 anni, con dermatosi di origine esclusivamente psichica(Fig. 1 come distribuzione per diagnosi), di cui 77 di tipo emotivo ed i restanti 75 con turbe dei cosidetti Qi Qing, cioè con una causa specifica alla base: scomparsa di un familiare, litigi con persone, rabbia nei confronti di particolari situazioni, preoccupazione per un preciso motivo, ecc, tristezza per una perdita o un lutto.

Nella totalità dei casi di Qi Qing abbiamo ravvisato i segni glossoscopici e sfigmologici segnalati sui testi[xvi] [xvii], mentre in tutti quelli su base emotiva, i polsi non mostravano variani specifiche, mentre la lingua era diffusamente arrossata nel 1/3 anteriore, come per conflitti inerenti la Weiqi. Inoltre, a  riprova che vi sono delle evidenti differenze fra sentimenti ed emozioni nel generare turbe energetiche, l’esame delle due vene sublinguali[xviii] [xix], mostrava ectasie in oltre i 2/3 dei pazienti con turbe Qi Qing (Stasi di Sangue), ma nessuna variazione nei pazienti con turbe Kan.

 

In questi ultimi, invece,  la distribuzione per patologia (Fig. 2), mostrava la netta prevalenza di dermopatie a caratterio sistemico come prurito, orticaria e lichen eruttivo ed una bassa incidenza di forme localizzate di psoriasi, alopecia areata e lichen localizzato (Foto 1-8), più frequenti nelle forme legate ai sentimenti. 

 

Nel terzo anteriore della lingua, più precisamente, indipendente dalla emozione, abbiamo registrato arrossamenti nelle forme più recenti (fino a sei mesi), e comparsa, poi, nel corpo linguale di induido abbondante, nelle forme di durata maggiore (Foto 9), come segno dapprima di eccesso di Energia Difensiva e, succesivamente di carenza di essa e di Yang per consunzione.

 

Ci è pertanto sembrato ragionevole concludere che mentre le dermopatie legate ai Qi Qing alterano lo Shen ed il Sangue[xx] e possono rispondere ai punti Beishu[xxi] [xxii] [xxiii] [xxiv]sercondo il modello Zang Fu o ai Luo Longitudinali  secondo quello Meridianico della MC[xxv]; le forme emotive, da turbe della Weiqi, necesitano di trattamento per ridurre la stessa in fase iniziale o incrementarla se protratte nel tempo. Pertanto, sotto il profilo agopunturistico, per le forme recenti abbiamo disperso la Weiqi utilizzando i punti 12ST (quē pén, 缺盆) punto verso il basso, 14GV (dà zhuī, 大椎) nella stessa direzione  e 37ST (shàng jù xū, 上巨虛) nella direzione opposta[xxvi]. Invece, nelle forme di più vecchia data, trattato con aghi e moxa in sigari  e con sedute di 30 minuti,  i punti 2LU (yún mén, 雲門 ), 18LI (fú tū, 扶突), 4KI (dà zhōng, 大鐘) e 5CV (shí mén, 石門), tutti con infissione perpendicolare e movimenti rapidi ed orari sino al deqi al’inizio delle sedute, al fine di incrementare e far circolare il superficie l’Energia Difensiva. In tutti i casi, come nostra abitudine corrente, abbiamo eseguito sedute settimanali con cicli di 10 sedute e valutato alla fine i risultati che hanno mostrato una differenza non significativa fra forme recenti e tardive e con un indice totale di risposta estremamente positivo (Fig. 3), con oltre l’80% di risoluzione totale o parziale di dermopatie anche molto recalcitranti.

 

[2] Intesi come Waike

[3] Si evidenzia sotto il canto interno nodulo epiteliomatoso, espressione di Paura-Freddo e sviluppo neoplastico.

[4] Disturbo benigno auto-limitante caratterizzato da papille filiformi anormalmente ipertrofiche e allungate sulla superficie della lingua. Alcuni studi hanno riportato pH acido nella saliva di pazienti con tale affezzione, mentre in condizioni normali il pH di salivare è neutro o alcalino. Persuasi che, in carenza di Weiqi, essa possa soprattutto riformarsi dalla Ying Qi, ovvero dal Sangue, consigliamo spesso in questi pazienti una dieta alcalina con abolizione di carne rossa, caffè, cioccolato e nervini ed impiego di riso integrale, frutta e verdura, acqua e limone, semi di zucca e tutti i cereali, preferendo le cotture a vapore e a Bagno Maria.

 

Bibliografia

[i] Buck, R.:  Human motivation and emotion, Ed. Harper, New York, 1976.

[ii] Barzun J.: Stroll with William James,  Ed. Harper and Row, New York, 1983.

[iii] Simongini E., Bultrini L.: L’ottava lezione. I disturbi dello Shen: lo psichismo in Medicina Classica Cinese
Ed. Xin Shu, Roma, 2008.

[iv] Frjida N.H.: Emozioni e Sentimenti, in Enciclopedia delle Scienze, Ed. Treccani Enciclopedia Italiana, Roma, 1993.

[v] Simongini E., Bultrini L.: Le Lezioni di Jeffrey Yuen – Volume I –I Meridiani Tendino Muscolari. I Meridiani Distinti, Ed. AMSA, Roma, 2000.

[vi] Brotzu R., Di Stanislao C.: Relazioni corpo-psiche in Medicina Classica Cinese, CD-ROM, Ed. Xin Shu – AMSAAndrès G., Di Stanislao C.:

[vii] Andrès G., Di Stanislao C.: Le malattie della pelle, ed. AMSA, Roma, 2001.

[viii] Bossy J. et al.: Nosographie Traditionnelle Chinoise, Ed. Masson, Paris, 1994.

[ix] Capponi R.: Il Polso in Medicina Cinese. Strumento per leggere il Vuoto che è in ognuno, La Mandorla (www.agopuntura.org), in press.

[x] Di Stanislao C., De Berardinis D., Brotzu R., Corradin M.: Esame clinico e diagnosi biotipoogica in Medicina Cinese, http://it.scribd.com/doc/185032596/180566839-Esame-Clinico-e-Diagnosi-Biotipologica-in-MTC, 2002.

[xi] Borsarello J.F.: Sphygmologie Traditionnelle Chinoise, Ed. Masson, 1992.

[xii] Ying W.: Agopuntura in dermatologia, Ed. Piccin Nuova Libreria, Padova, 2009.

[xiii] De-hui S., Xiu-fen W., Wang N.: Dermatoologia in Medicina Tradizionale Cinese, Ed. Casa Editrice Ambrosiana, Milano, 1997.

[xiv] Lin L.: Dermatology and Traditional Chinese Medicine, Ed. Hai Feng Publishing House, Hong Kong, 1991.

[xv] Bassi R.: Psiche e pelle. Introduzione alla dermatollogia psicosomatica, Ed. Bollati Boringhieri, Torino, 2006.

[xvi] Muccioli M., Pippa L., Crepaldi R., Matteucci A., Mazzanti U., Sarafianos S.: Semeiotica. Collana di agopuntura e Medicina Tradizionale Cinese, ed. CEA, Milano, 2006.

[xvii] Maciocia G.: La clinica in medicina cinese. Il trattamento delle malattie con agopuntura ed erbe cinesi, Ed. Elsevier, Milano, 2009.

[xviii] Maciocia G.: L’ esame della lingua in medicina cinese, Ed. Cea, Milano, 1997.

[xix] De L’Home G.: L’Examen du Malade en Médicine Chinoise, polycopie, Ed. AFA, Paris, 1983.

[xx] Corradin M., Di Stanislao C.: Lo Psichismo in Medicina Energetica, Ed. AMSA, L’Aquila, 1995.

[xxi] Hawawini R.: Indications et associations des points Beishu internes, Mér., 1999, 112: 35-57.

[xxii] Shi Shan L., Dubuisson M.: Choix des points en ecupunture tradittionnelle, Ed. Institute Yin Yang, Paris, 1988.

[xxiii] Jirui C., Wang N.: Acupuncture. Observations cliniques en Chine, Ed. SATAS, Bruxelles, 1987.

[xxiv] Leissen J.: Points psychique, Mér., 1968, 1: 12-18.

[xxv] Brotzu R., De Berardinis D.: Psichico e Medicina Cinese, in Oltre il Labirinto. Percorsi di medicina complementare in psichiatria, Ed. Oriss, Torino, 2007.

[xxvi] Simongini E,  Bultrini L.: Le Lezioni di Jeffrey Yuen – Volume V – Le Regole Terapeutiche
azione intrinseca dei punti, Ed. AMSA, Roma, 2005.

 

 

 

Comments are closed.